capita e ricapita

capita che domani ti sposi e che stasera tu decida di festeggiare con gli amici.
capita che all’uscita dal locale ti scarichino addosso 50 colpi di pistola.
capita che tu non sia armato e che a spararti sia la polizia.
capita che tu sia nero, come il buio.
e capita che tu muoia così, a 23 anni, il giorno prima del tuo matrimonio.
capita a new york, il 27 novembre 2006.

tutti al supermercato

vorrei ricordare ai distratti e far sapere a chi non ne è al corrente, che oggi è la giornata della Colletta Alimentare.

“Per il decimo anno consecutivo la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare consente di fare qualcosa per i poveri del nostro Paese. Circa 100.000 volontari in tutta Italia consegneranno all’ingresso dei supermercati una busta da riempire con prodotti non deperibili: olio, omogeneizzati, tonno e carne in scatola, pelati, legumi e così via. Il tutto per aiutare chi ha bisogno.”

quindi tutti al supermercato, almeno per oggi :-)

spy story

forse gli uomini no, ma spie di una volta esistono di sicuro :-)
è solo di qualche settimana fa la notizia della morte di “markus wolfe, la spia in pensione della germania dell’est e adesso questo nuovo caso dell’ex agente del kgb che sembra uscito da un libro di forsyth.
sembra una storia d’altri tempi, invece è davvero inquietante sapere che succede oggi.

le cavallette

ex-fidanzata di Jake: “Che bugiardo schifoso! Credi di riuscire a cavartela così? Dopo avermi tradito?”

Jake: “Sai, non è stata colpa mia, dico sul serio! Ero rimasto senza benzina, avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere il taxi, la tintoria non mi aveva portato il tight, c’era il funerale di mia madre, era crollata la casa, c’è stato un terremoto, una tremenda inondazione, le cavallette, non è stata colpa mia, lo giuro su Dioooooo!!!”

non è meraviglioso?

riflessioni sul divano

sul divano illuminato da un sole che sembra primaverile, pigramente cerco di riprendere la lettura di “La scuola raccontata al mio cane” di Paola Mastrocola e in sottofondo ascolto la radio.
in effetti ascoltare Fiorello in sottofondo non è proprio possibile, e infatti mi colpisce la frase di un’ospite della trasmissione: “I problemi delle donne sono i problemi non risolti degli uomini. Se una donna viene picchiata è perché c’è un uomo che ha un problema. Se una donna viene stuprata è perché c’è un uomo che ha un problema…”. Insomma ma allora non sono io, sei tu:-) e anche se in fondo già lo sapevo dormirò sonni più tranquilli: il mio problema in fondo non è mio, è tuo!

scusate il ritardo

ero uscita un momento a cercarne qualcuno.
invece mi sono imbattuta in rocky che torna sul ring a 60 anni, in michael jackson che torna a cantare e in una classifica dove al primo posto c’è Prodi e al terzo Berlusconi (al centro c’è il papa, che siano i due ladroni? :-) ).
ma allora è proprio vero che non ci sono più gli uomini di una volta: per fortuna che c’è sempre george :-)