8 thoughts on “a natale no

  1. Non bisognerebbe mai morire/vivere così. Non solo a Natale o durante qualche festività.

    Non dico che non bisogna mai morire, ma almeno non così.

    Chicco

  2. Sono d’accordo col Chicco tanto per cambiare … piuttosto Pitta mi pare critica la tua posizione sull’eutanasia … te come la vedi più approfonditamente?

  3. è una situazione molto delicata, non riesco ad avere una posizione chiara.

    provo a mettermi in quella situazione: dalla parte di chi la vive direttamente e di chi la vive di riflesso, come i familiari, gli amici.

    il sentimento che prevale è quello di poter decidere liberamente, di essere lasciata libera senza dover rendere conto a nessuno.

    penso che in queste situazioni non esista stato né chiesa, solo la propria coscienza e la propria volontà.

    questo poi mi sembra un caso limite di accanimento terapeutico più che di eutanasia: se si trattasse di un malato di cancro sarebbe libero di non sottoporsi alla chemioterapia. qui c’è un uomo nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali, ed ha tutto il diritto di chiedere che gli si stacchi quel respiratore.

    non lo so taff, è veramente difficile, ognuno dovrebbe essere lasciato in pace con la propria coscienza.

  4. A volte penso come sia incomprensibile il mistero della vita, capace di essere così splendida e così orribile allo stesso tempo.

  5. TOTALMENTE OT:

    ciaoooooo, vi ho scoperto oggi!!

    (qui, altrove vi avevo per fortuna già conosciuti 🙂

    Ceci

Comments are closed.