veronica, il volto dell'amore

fino a ieri l’unica telenovela che conoscevo era proprio quella interpretata negli anni ’80 da veronica castro.
anzi no, in realtà c’era pure, incredibile coincidenza, “anche i ricchi piangono”.
oggi, un po’ come nei fumetti, quando cercano di mettere insieme l’uomo ragno e i fantastici 4, batman e supermen, hanno deciso di unirle e farne una sola.

allora, ecco il riassunto delle puntate precedenti.
veronica e silvio sono sposati da tanti anni, hanno tre meravigliosi bambini, una bella villa in brianza e si amano.
ma, il pericolo è in agguato. silvio lavora tanto, tantissimo, chissà perché si è messo in testa di scendere in campo e salvare la nazione. e allora è sempre in giro per l’italia e per il mondo, mentre la novella penelope, veronica, è a casa ad occuparsi della sua bella famiglia.
silvio, in un rigurgito virile, ricordo dei bei tempi andati, si fa ammaliare dalle curve e dai occhi della bella schiava aida (che dopo aver passato l’ultimo dell’anno da sola è sempre in attesa del suo radames).
veronica non ne può più e in un impeto di rabbia (o con calcolata freddezza) scrive una missiva e incarica uno dei suoi scudieri di recapitarla al marito fedifrago.
silvio si pente, chiama a raccolta tutti i suoi più fedeli luogotenenti e decide di scrivere e recapitare anch’egli una lettera d’amore alla consorte piena di tenerezza, sviolinate e pentimento.
ora, tutta la nazione è con il fiato sospeso: si riabbracceranno? silvio tornerà ad itac…arcore? veronica butterà le trecce dal balcone e salirà sul cavallo bianco?

sul più bello finisce la puntata

…dissolvenza

si odono in sottofondo le note del maestro apicella, un mandolino e un paio di grilli pe’ fa’ cri cri 🙂