che barba, che noia

che barba che noia.
uffa, questo snobismo radicalintellettuale, quant’è banale.
adesso per non essere out bisogna dire che la fontana di trevi rossa è più bella.
perché è arte, perché è un’azione futurista, perché blablabla…

a me non piace.
il rosso stufa, non è acqua, sembra sangue.

è stata bella la sorpresa (e solo dopo aver saputo che la fontana non correva alcun rischio di essere rovinata),
ma poi basta.

sì a giochi di luce, di tutti i colori del mondo: verde, arancio, giallo e ciclamino.
no a ad un colore che di cristallino non ha nulla.

e poi, anita ekberg ci si sarebbe mai bagnata se l’acqua se fosse stata rossa?
che dolce vita sarebbe stata?