Presenzassenza.

Oggi sarebbero stati centoquattro, età alla quale nessuna persona ragionevole avrebbe mai potuto pensare.
Ma anche centouno sono un’età alla quale nessuna persona ragionevole avrebbe mai potuto pensare, centouno anni di te, che fanno di questi ultimi tre senza le nostre vite molto più vuote, ma anche talmente piene e ricche di tutto quello che c’è stato prima, che oggi, nonostante tutto, non possiamo fare a meno di sorridere e ricordarti con il cuore pieno di amore. E lasciarti vivere in noi.