Conosci la terra dove fioriscono gli ulivi?

E poi oggi decido di fare tutto al contrario, prendere le foto da Facebook e portarle sul blog.
Perché in fondo, questa volta, c’è poco da dire, sono immagini che parlano da sole, luoghi in cui le ombre degli ulivi si appoggiano ai mattoni e alle scanalature delle colonne, e in cui ombre e mattoni, abbracciati, si allungano fino a toccare il cielo.
Sono luoghi che amo, luoghi in cui un giorno tutto è finito, e poi, come se il silenzio che da lassù si disperde per le vallate avesse trovato una voce, lo stesso giorno di qualche anno dopo, tutto quello che è seguito ha avuto inizio.
Ho la Sabina nel cuore, nella mente, negli occhi.

«Non ho bisogno di tempo
per sapere come sei:
conoscersi è luce improvvisa»

(Pedro Salinas)