pacs in terra agli uomini di buona volontà

“È favorevole ai Pacs come forma di tutela ma non ai matrimoni gay, che liquida come “una pagliacciata”. Spiega: “Io sono stato sposato per vent’anni e non ho mai firmato nessun contratto. Non occorre secondo me firmare un contratto per essere fedeli. Non occorre andare in comune, scambiarsi gli anelli. Sì, se ti piace fare una grande festa, falla, ma il matrimonio gay è una sorta di caricatura.”

ecco, io la penso come lui. certo, poi continua dicendo “E anche il matrimonio tradizionale, a ben vedere, è una caricatura. Per come la vedo io l’impegno dovrebbe essere per tutta la vita, ma poi non è mai o quasi mai così.” e su questo sono d’accordo fino ad un certo punto cioè, non è colpa del matrimonio, ma il più delle volte di chi si sposa.