A sedici anni ogni scherzo vale.

Mi sono svegliata pensando a quella volta che tu e la tua amica Simona vi siete mascherate da grappolo d’uva, uno bianco e l’altro rosso, alle decine di palloncini che avevate gonfiato per assicurare l’effetto finale e alla grande foglia verde di cartone e polistirolo, disegnato e sagomato con competenza da quelle brave e un po’ “esuberanti” (per dire!) studentesse di liceo artistico che eravate.
E poi mi sono ricordata anche le risate che vi siete fatte, e anche io, quando da quella festa siete tornate a casa con tutti i palloncini scoppiati (e non tutti accidentalmente, eh!).
E sorrido anche ora, ripensando a quel Carnevale e a quei grappoli d’uva, anche se a me Carnevale non è mai piaciuto.